Spiritello dissacrante e poliedrico

    Ghiribizzoso come il conterraneo Pontormo, impertinente come certi angioli di Rosso Fiorentino, a due anni dalla morte ritroviamo l'anima o lo spiritello civettuolo di Paolo Poli in un libro leggero e funambolico, dissoluto e dissacrante, sempre gentilineo, eppur con coda porcina.

    – di Stefano Biolchini

    Rimorsi di una vita

    l a memoria che mette a fuoco e scolora, i rimorsi di una vita intera, voci e tempi che si sovrappongono, mani strette e soldi a fiumi, barili di petrolio e conti esteri. E ancora gli inevitabili sensi di colpa e la Romania dei Ceauşescu nei drammatici giorni del crollo della dittatura. Sono queste

    – di Stefano Biolchini

    Respirare: l'atto primo della vita grazie al quale se ne scopre il mistero

    Una scrittura che è misura ed equilibrio, una storia che è il racconto della vita attraverso la descrizione dell'esperienza corporea e della morte come intuizione delle cellule in affanno, in rivolta. Appena uscito per Tunué (il 17 maggio) il secondo libro di Kareen De Martin Pinter dal titolo

    – di Serena Uccello

I più letti di Domenica