Scontro totale sul Dl dignità. Boeri: «Chi dovrebbe difendermi mi minaccia». Salvini: «Se vuole fare politica si candidi»

Botta e risposta politico sugli effetti del decreto dignità. Il presidente dell’Inps Boeri replica al ministro del Lavoro Di Maio e a quello dell’Interno. Tutto nasce dalle stime sul calo dei posti di lavori per effetto delle norme contenute nel decreto. Boeri rilancia, definendo gli 8mila posti persi un dato «ottimistico». E aggiunge: «Non accetto l’idea che l’incarico di presidente dell’Inps debba in tutto e per tutto sposare le tesi del Governo in carica».

– di

Politica 2.0
Parlamento News
Ritratti e inchieste
Analisi
Calendario Parlamentare
Qui impresa
Dossier I focus del Sole
I più letti di Italia